martedì 28 agosto 2012

Hey hey hey, stay outta my shed (cit.)

Volevo spendere due righe sull'argomento "bello assoluto", mettendomi a disquisire sull'esistenza - o meno - di un bello assoluto, nella bellezza femminile, maschile e in generale. Questo perché l'altro dì m'è capitato di discuterne con un amico, che sosteneva l'esistenza di un bello assoluto e perciò dell'eventualità di poter dire in termini oggettivi "questo è più bello di quello". Ed io, puntualmente, che sto sempre qui con Critone a menarmela e a tirare giù sfumature, variazioni e ipotesi, non ero d'accordo. 

Poi però ho pensato di lasciar perdere il discorso (sia dal vivo che qui) per due motivi: uno, sarei finito inesorabilmente a discutere dell'argomento in chiave "belle fighe" (concedendomi una parentesi da maschio medio, che insomma, ogni tanto ci sta; d'altronde ci sono ragazze che si ricordano di essere ragazze solo quando hanno il ciclo, e ci sono maschi che si ricordano di essere maschi solo quando si parla di fighe, tipo io). E due, non ne avevo assolutamente voglia.

Intendiamoci: uno potrebbe dire "che stai facendo in questi giorni da non aver voglia di fare un tubo?". E la risposta sarebbe: "un bel niente". Ma come si sa, il sonno viene dormendo e la pigrizia viene senza fare un tubo, insomma sono tutte scuse e io mi arrampico sugli specchi, al punto che ambedue i santi protettori di questo blog, Critone e Osvaldo, mi inseguono e mi insultano; soprattutto Osvaldo, che mi minaccia con un alimentatore da pc portatile, agitato nell'aria tipo nunchaku. Che poi mi ricordo che da piccolo avevo un nunchaku originale, o meglio lo aveva mio papà, chiuso nel mitico "armadio sul balcone", un armadio metallico sempre chiuso a chiave che tenevamo, appunto, sul balcone della mia vecchia casa. L'effetto era un po' quello del classico "shed in the woods" da maniaco, tipo film horror (o tipo la parodia dei poni fatta da quel genio di Girardi; che peraltro io odio i miniponi, ma visceralmente, però guardo la parodia, anche perché vedermi Pinkie Pie col ciclo e mentre vomita del Dandelion mi lascia un senso di soddisfazione interno paragonabile a poche cose); anche perché là dentro c'erano oggetti mitologici e favoleggiati, che non solo attiravano la mia curiosità di bambino, ma probabilmente avrebbero attirato la curiosità di chiunque, tipo Critone.

Infatti, caro Critone, devi sapere che lì dentro c'erano, stando alle ultime dichiarazioni:
-un nunchaku (che una volta ho pure visto)
-un tirapugni (mai visto ma si diceva ci fosse)
-altri cimeli da lotta da strada, reliquie del passato-presente di ceffo di mio papà
-una nutrita collezione di film porno (che quasi sicuramente c'erano, mi ricordo che una volta mio padre s'era chiuso con due amici - di cui uno era una bravissima persona, e per come ricordo io era infatti un po' disappunto - in salotto a vedere porno in dvd, con moglie e figlio fuori dalla sala)
-forse alcune foto personali hard (vociferate ma date come verosimilmente vere)
-una pistola (anche questa data come verosimilmente presente, e pare pure con matricola abrasa)
-non si sa bene quali altri cimeli ed illegalità varie
-alcuni attrezzi utili ma mai usati, tipo un compressore, un saldatore e altre amenità

Quindi capitemi, quell'armadietto era una cosa incredibile. Ovviamente era sempre super chiuso, e ovviamente non si poteva sapere nulla; quando poi mia mamma cacciò mio padre, l'armadietto venne svuotato e la roba dentro buttata via in massa (peccato, volevo il tirapugni). Naturalmente, si negò l'esistenza di tutto il contenuto. Un classico.

A parte l'armadietto, sto passando le giornate in uno stato di cattivo umore, legato perlopiù ad alcuni problemi domestici (che prima o poi si risolveranno), ascoltando Michael Jackson a bomba e lamentandomi per il male ad alcune ferite che mi sono procurato pogando male su delle cover dei Venom, dal vivo, qualche giorno fa. Sottolineo "cover" perché se avessi visto i Venom veri, dal vivo, probabilmente avrei fatto un post dai toni mistici-religiosi, qualcosa tipo "ho visto Dio", come quel cialtrone di Brosio a Medjugorje, con la differenza che lui ha visto la Madonna pippando, io invece avrei visto un figuro inglese brutto, pelato e dalle dubbie capacità musicali, ma indubbiamente di maggior influenza (sulla musica, su di me e sulla religione) della Madonna. D'altronde, quando scrivi testi tipo "Die Hard" o "Welcome to Hell", come fai a non essere influente?

Ciao cari.

Nessun commento:

Posta un commento